aggiornato il 14/04/2017

Sostegno a contrasto della povertà - "SIA"

Sostegno per l'inclusione attiva - Sia

Il Sostegno all’inclusione attiva - SIA è una misura statale di contrasto della povertà, che prevede un sussidio economico alle famiglie economicamente svantaggiate nelle quali siano presenti minorenni, figli disabili o donne in stato di gravidanza accertata.

Questo sussidio è subordinato ad un progetto di collaborazione che viene predisposto dai Servizi Sociali del Comune di residenza, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari e le scuole, nonché con soggetti privati ed enti no profit. Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e minori, sulla base di una valutazione globale dei problemi, dei bisogni e delle risorse. L’obiettivo è quello di aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

Il beneficio è concesso bimestralmente e viene erogato dall’INPS attraverso una carta di pagamento elettronica (carta SIA), utilizzabile per l’acquisto di beni di prima necessità, solo dal titolare della stessa.

L’importo è determinato in base alla numerosità del nucleo familiare, come definito ai fini dell'Isee, per un ammontare mensile di euro 80 per 1 membro, euro 160 per 2 membri, euro 240 per 3 membri, euro 320 per 4 membri, fino ad un massimo di euro 400 per 5 o più membri.

Requisiti

Il richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Requisiti personali (del richiedente):

    • essere cittadino italiano, o comunitario, ovvero familiare di cittadino italiano o comunitario non avente la cittadinanza di uno Stato membro che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, ovvero titolare di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria);

    • essere residente in Italia da almeno 2 anni al momento di presentazione della domanda.

  • Requisiti del nucleo familiare:

    Il nucleo deve essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

    • presenza di un componente di età minore di anni 18;

    • presenza di un figlio disabile;

    • presenza di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso sia l’unico requisito, la domanda può essere presentata non prima di 4 mesi dalla data presunta del parto, attestata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica).

  • Requisiti relativi alla condizione economica:

    • Isee inferiore o uguale a euro 3.000 (dichiarazione Isee in corso di validità);

    • non beneficiare di altri trattamenti economici, anche fiscalmente esenti, di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale, a qualunque titolo concessi dallo Stato o da altre Pubbliche Amministrazioni a componenti della famiglia il cui importo complessivo per il nucleo familiare sia pari o superiore ad € 600 mensili;

    • non beneficiare di strumenti di sostegno al reddito previsti a favore dei disoccupati (NASpI, ASDI o altre tipologie di sostegno);

    • nessun componente del nucleo familiare deve possedere autoveicoli immatricolati per la prima volta nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda né autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc, o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati nei tre anni antecedenti la domanda.

      Nel caso in cui i requisiti non siano mantenuti per tutta la durata dell'erogazione il beneficio cesserà.

      Accesso al beneficio

      Per poter ottenere il contributo il nucleo familiare del richiedente, al momento della presentazione della richiesta, dovrà ottenere un punteggio relativo alla valutazione multidimensionale del bisogno, uguale o superiore a 45 punti, assegnato con i criteri indicati nel Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 26.05.2016 e riportati nel modulo per la domanda.

      Le dichiarazioni Isee saranno sottoposte a controlli a campione.

      Il beneficio economico sarà erogato con frequenza bimestrale, previa verifica del mantenimento dei requisiti, la sottoscrizione del progetto condiviso con i servizi sociali e il rispetto degli impegni previsti dal progetto. L'assenza di uno di questi elementi può causare la sospensione del beneficio.

      In caso di diniego del beneficio verranno comunicati formalmente ai cittadini interessati i tempi e le modalità per effettuare il riesame.

      Come presentare la domanda

      La domanda per richiedere la carta Sia deve essere presentata mediante compilazione dell’apposito modulo allegato, anche scaricabile dal sito dell'Inps su www.inps.it. La domanda deve essere presentata all’Ufficio Servizi Sociali - viale del Lavoro, 1, orario di apertura al pubblico lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e martedì dalle 15.30 alle 17.30, tel. 049/896.86.70.

       

SOSTEGNO INCLUSIONE ATTIVA MODULO DOMANDA (574 KB)

[27/09/2016]

Scegli il colore del sito:

Indirizzo
Comune di Ponte San Nicolò
Viale del Lavoro, 1
35020 Ponte San Nicolò (PD)
Contatti
telefono: 049 8968611 (centralino IVR)
P.E.C.: pontesannicolo.pd@cert.ip-veneto.net
Prevenzione corruzione:
prevenzionecorruzione@ comune.pontesannicolo.pd.it
Altri dati
Cf e p.iva 00673730289
Codice Catastale: G855
Codice ISTAT: 028069
Codice Univoco identificativo dell'ufficio destinatario della Fatturazione Elettronica: UF0RD1 (u-effe-zero-erre-di-uno)