aggiornato il 27/01/2015

Linee programmatiche del mandato (2014- 2019)

Per quanto si sia turbati, bisogna guardare al nucleo essenziale di verità, al modo di essere della nostra società, che preannuncia soprattutto una nuova persona più ricca di vita e più consapevole dei propri diritti. Governare significa fare tante singole cose importanti ed attese, ma nel profondo vuol dire promuovere una nuova condizione umana. (Aldo Moro)

 

Il progetto che abbiamo in mente per il nostro Comune passa da un principio, tanto semplice quanto essenziale: la politica è servizio.

 

È quindi nostro obiettivo accompagnare il percorso di crescita di una comunità viva prima di tutto mettendo al centro i cittadini, che devono avere l’opportunità di essere protagonisti di tale processo.

 

I punti cardinali di una “comunità viva”

 

Tutto ciò ci porta a definire un semplice, quanto adeguato, programma di riferimento. Abbiamo la consapevolezza, per conoscenza diretta, delle esigenze attuali del nostro territorio. Ci rendiamo anche conto che oggi più che mai l’Amministrazione ha il dovere di impostare il proprio operato in modo da accelerare il più possibile i tempi di risposta ai bisogni espressi dai cittadini, superando le classiche logiche burocratico - amministrative che vincolano e limitano lo sviluppo. Sarà proprio su questo campo che concentreremo molte delle nostre energie, certi che vi siano importanti spazi di miglioramento che potranno dare effettivi benefici alla collettività.

 

Ed ecco i punti cardinali del nostro programma:

PERSONA

Famiglia

 

Proseguire nell’attività di sostegno per le famiglie/persone più deboli tramite la realizzazione di progetti che favoriscano l’integrazione sociale. Promuovere l’aggregazione tra famiglie, già piccole comunità, attraverso feste dedicate.

 

Garantire il diritto alla casa alle fasce più deboli con formule di edilizia convenzionata o acquisto/affitto solidale, con l’eventuale collaborazione di privati. In collaborazione tra più assessorati, politiche sociali, politiche della casa, urbanistica, patrimonio si promuoveranno progetti convenzionati (alloggi a canone sociale in cambio di servizi sociali prestati), o ancora nuove forme di zone per attività artigianali (alloggi-laboratori per giovani artigiani e/o professionisti).

  

Infanzia e adolescenza

  

Proseguire nell’attività di sostegno alla genitorialità e garantire il servizio educativo domiciliare per i nuclei in difficoltà educativa.

 

Assicurare sostegno alle scuole materne parrocchiali per il prezioso e insostituibile contributo offerto alla comunità.

 

Promuovere l’affido familiare e forme di collaborazione con il privato sociale quale ad esempio il “Parco Allegro”.

 

Giovani

  

Ogni attenzione verrà posta nel rendere i giovani protagonisti delle scelte nell’ambito sociale, scolastico e lavorativo. Si favoriranno collaborazioni tra Amministrazione e Associazioni del territorio per attivare progetti di socializzazione e solidarietà fra i giovani del nostro Comune.

 

Ogni sforzo sarà fatto per la prevenzione dei disagi giovanili e si individueranno spazi per condividere le realtà di studio, per esempio aprendo alcuni locali comunali adibendoli ad aule studio. Lo spirito che ci guiderà sarà quello dell’ascolto e della partecipazione, valorizzando e concretizzando tutte quelle proposte tese alla promozione del giovane e del suo inserimento alla vita cittadina. Si proporrà una giornata dedicata alla condivisione, con il Sindaco, delle nuove responsabilità che si raggiungono con la maggiore età e si consegnerà, con l’occasione, la tessera elettorale ai ragazzi che compiono diciotto anni.

 

Si valorizzerà la collaborazione con l’Animazione di Strada e con lo sportello “Informagiovani – Informalavoro” in modo da farne il punto d’incontro domanda-offerta tra le aziende locali e i giovani alla ricerca di un lavoro.

 

Si proporrà un percorso volto alla sensibilizzazione alla cittadinanza europea.

 

Amministrazione e realtà straniere

 

Porre una sempre maggiore attenzione all’accoglienza e all’integrazione degli stranieri. Creare una festa delle nuove cittadinanze così da accrescere la coesione sociale ed il rispetto di altre realtà.

 

Favorire l’integrazione scolastica attraverso il sostegno alla mediazione culturale e linguistica.

 

Disabilità

  

Sostenere la persona disabile stimolandola verso una più ampia autonomia in tutti gli aspetti della vita: familiare, scolastico, sociale, lavorativo e abitativo.

 

Creare maggiori sinergie tra le associazioni legate alla disabilità e quelle di carattere sociale, culturale, sportivo, parrocchiale, attraverso anche tavoli di ascolto e confronto.

 

Continuare nell’abbattimento delle barriere culturali e architettoniche realizzando ad esempio giostre per diversamente abili.

 

Anziani

Valorizzare ancora di più i punti di ritrovo già presenti nel territorio in modo tale che siano luoghi di scambio tra più realtà, dove l’anziano potrà sentirsi maggiormente utile verso gli altri (bambini, famiglie, disabili), valorizzando i saperi e le sensibilità, facendolo sentire parte viva e integrante della comunità in un’ottica di maggiore coesione sociale.

 

Incentivare le occasioni di incontro e di condivisione tra anziani, al fine di permettere loro una maggiore socializzazione, valorizzando in particolar modo il centro sociale Pino Verde.

 

Sostenere tutte le iniziative che rappresentano momenti di scambio generazionale, ad esempio mantenendo la festa dei nonni e promuovendo l’esperienza di laboratori tra i più piccoli ed i nonni.

 

Mantenere ed incentivare i servizi a favore della terza età, come, ad esempio, il trasporto per le fasce deboli, il trasporto per il centro sociale Pino Verde, il servizio pasti caldi, l’assistenza domiciliare, i soggiorni climatici estivi.

 

Potenziare la ginnastica di mantenimento e l’accesso ai corsi di nuoto in acqua termale; favorire attività motorie e ricreative, anche con la realizzazione del campo da bocce al centro sociale Pino Verde.

 

Comunità

Verrà data attenzione alla promozione di momenti di incontro tra cittadini, creando occasioni come le “cene in strada”. Si attiveranno politiche di “incrocio di bisogni”, grazie alle quali la persona in difficoltà trovi aiuto e supporto in altre realtà e persone disponibili, anche tramite pratiche di buon vicinato e banca del tempo.

 

Si promuoverà l’aggregazione tra famiglie, già piccole comunità, attraverso feste dedicate.

 

AMBIENTE

Conservare per fruire nel tempo

 

Le risorse naturali non sono infinite, il consumo equilibrato e sostenibile è fondamentale per le generazioni presenti e future.

 

Rifiuti

 

Raccolta differenziata: identificare e perseguire ulteriori margini di miglioramento e riduzione dei costi alle famiglie.

 

Mantenere e, dove possibile, incrementare la cultura del riciclo e la percentuale del rifiuto separato riciclabile rispetto al non riciclabile. Forte impegno alla promozione di una cultura ambientale per le giovani e meno giovani generazioni.

 

Discarica

 

La discarica di Roncajette è chiusa. Vigilare con un’apposita commissione la fase di ‘post-mortem’ condotta da parte dell’ente gestore.

Fognature

 

 

Estendere la rete fognaria, ove ancora non allacciata al sistema pubblico.

 

Aree verdi

Patrimonio arboreo: prevedere una maggiore piantumazione e la sostituzione di alberature obsolete, anche attraverso il coinvolgimento dei privati. Nelle nuove zone residenziali da urbanizzare sarà richiesta la piantumazione di almeno un albero per ogni abitante insediabile. Si adotterà il concetto di invarianza ambientale anche nel ristrutturare il patrimonio arboreo del Comune, in particolare ad ogni singola rimozione la sua sostituzione in area più adeguata se necessaria. Salvaguardare le alberature secolari. Predisporre una adeguata normativa a protezione degli spazi dedicati al gioco dei bambini.

 

Ottimizzare la qualità e la frequenza degli sfalci del verde pubblico. Adotta un’aiuola: prevedere la possibilità di mettere le aiuole a disposizione di cittadini volontari per la relativa manutenzione. Identificare adeguate aree di sgambamento per cani. Estendere la lotta contro la proliferazione di zanzare con trattamenti mirati e più frequenti nelle aree destinate a parco giochi. Continuare la sperimentazione di sistemi alternativi alla lotta alle zanzare.

Arredo urbano

Valorizzare maggiormente il patrimonio urbano del Comune mediante opportuni interventi nei parchi e lungo le strade.

 

Questa amministrazione considera la piazza come elemento di aggregazione sociale, luogo di elevata qualità ambientale, zona incentivante l’attività commerciale/direzionale esistente, pertanto tramite lo studio, la pianificazione di dettaglio e la realizzazione di un arredo volto a qualificare il sito, si opererà in tutti quei luoghi che avranno queste potenziali caratteristiche, tra le quali la nuova piazza parcheggio del Centro Civico “Mario Rigoni Stern”, o in accordo con i privati la piazza Liberazione del Capoluogo, il centro antistante la chiesa di Rio e altri ancora.

 

Collegamenti ciclo pedonali

Occorre realizzare collegamenti tra le aree residenziali con le sommità arginali; valorizzare le passeggiate lungo gli argini mediante una maggiore presenza di piste ciclo-pedonali attrezzate, e possibilmente illuminate, ampliando i tratti di argine a traffico limitato, nonché la formazione, in accordo con il Genio Civile, di piazzole ‘relax’.

 

Mettere in sicurezza il transito ciclo pedonale sul ponte di Roncajette con la realizzazione di una passerella (o il recupero di quella esistente tramite ricorso a bandi europei).

 

Vanno recuperati e messi in rete percorsi ciclopedonali anche lungo altri scoli minori del territorio (Orsaro, Maestro).

 

Per favorire l’educazione civica verrà sostenuto il “piedi-bus” e verranno incentivate altre forme di trasporto ecologico e realizzati parchi protetti didattici, avendo cura di pensare ad ambienti urbani, e non, a misura di bambino e/o dell’anziano.

 

Orti sociali

Preziosa risorsa e opportunità sociale da mantenere ed ampliare aumentandone la superficie e le opportunità di accesso.

Energia

Occorre promuovere l’installazione di impianti di energia pulita e l’utilizzo delle nuove tecnologie a basso impatto ambientale, incentivandone l’uso o la riconversione.

 

Obiettivo della nuova amministrazione sarà la riduzione del 20% di emissioni CO2 entro il 2020 secondo quanto sottoscritto nel “Patto europeo dei Sindaci”.

 

Incentivare e promuovere l’uso dell’acqua di uso domestico anche con l’installazione di distributori pubblici di acqua potabile, con conseguente riduzione di rifiuto plastico e dei relativi costi di smaltimento con la consapevolezza che ad ogni azione di risparmio energetico consegue un diretto o indiretto risparmio economico.

Inquinamento

La riduzione dell’inquinamento va perseguita aprendo dei tavoli di concertazione con i cittadini, gli enti gestori e gli enti di controllo nei seguenti ambiti:

 

- Acustico: limitare le fonti di rumore anche mediante l’eventuale installazione di barriere fonoassorbenti.

 

- Elettromagnetico: analisi degli impianti di telefonia mobile e degli elettrodotti ed eventuale richiesta di modifica agli enti gestori.

 

- Atmosferico: con un costante monitoraggio dell’aria.

 

- Ambientale: potenziare lavaggio strade e pulizia di piazze e marciapiedi.

 

TERRITORIO

Il Piano Regolatore Comunale (P.R.C.) ad elevata sostenibilità ambientale sarà documento cardine per l’attività amministrativa, dovrà coniugare l’ampia partecipazione con scelte accurate e a misura di persona.

 

 

Sistema insediativo

Fondamentale obiettivo del nuovo P.R.C. sarà la riqualificazione del territorio urbanizzato, anche con l’istituzione di Bonus Volumetrici, e un minimale utilizzo di suolo agricolo, che dovrà sottendere alla ricucitura di quelle zone già urbanizzate, consentendo principalmente la realizzazione di volumetrie prestabilite, per assecondare le esigenze familiari dei cittadini.

 

Individuare dei puntuali piani di recupero, anche attraverso la concertazione pubblico-privato, per la valorizzazione dei nostri centri storici e per garantire una maggiore sicurezza, una maggiore qualità abitativa, un risparmio energetico e per incentivare e valorizzare l’attività commerciale esistente e futura. Occorre prevedere una normativa specifica per il recupero degli immobili abbandonati.

Sistema Paesaggistico

Valutare la progettazione di un nuovo Parco Urbano di grandi dimensioni con ampi spazi dedicati a bosco e prato libero.

 

Salvaguardare le zone destinate a pre-parco fluviale mediante la valorizzazione degli edifici esistenti e delle piccole aree residuali.

Sistema Relazionale

Redigere all’interno del P.R.C. un Piano della Mobilità prevedendo una maggiore sicurezza lungo la Statale 516 con la realizzazione di rotonde e innesti in sicurezza (da concordare con ANAS, ente proprietario), e diverse soluzioni viarie per i quartieri residenziali interni.

 

Istituire un servizio di car-sharing, in concertazione con le altre amministrazioni comunali.

 

Implementare le piste ciclabili ed individuare un sistema alternativo di percorsi secondari lungo le zone agricole mediante anche accordi con i frontisti. In particolare, in Via Garibaldi completare la pista ciclabile per collegare in sicurezza Rio con le altre realtà comunali; in Viale del Lavoro, prevedere una pista ciclabile di collegamento tra centro abitato e zona artigianale. Ripensare alla viabilità lungo via Giorato e via Dante anche con l’individuazione di una pista ciclabile.

 

In accordo con il Comune di Legnaro ed il Polo Universitario Agripolis individuare un collegamento ciclo-pedonale tra il nostro territorio e la zona universitaria e prevedere un servizio di bike-sharing collegato alla rete della città di Padova.

 

Consolidare la realtà esistente nel trasporto pubblico; promuovere iniziative destinate all’incentivazione ad un maggiore uso dei mezzi pubblici e l’attivazione di servizio di car-pooling.

 

Attraverso un concorso d’idee pensare il nuovo centro di Rio dove dovrà essere localizzato il capolinea autobus. Implementare la presenza di fermate a chiamata protette da pensiline.

 

Garantire il trasporto scolastico a Roncajette.

 

Sarà rafforzata la partecipazione di Ponte San Nicolò al tavolo di concertazione della Città metropolitana per favorire le politiche di area vasta per una sempre maggiore qualità della vita.

 

Continuare ad esprimere parere contrario ad un eventuale prolungamento di viale Pertini “c.d. Bovolentana”.

 

Migliorare il piano di interventi di manutenzione di tutta la rete viaria (strade e marciapiedi).

Opere pubbliche e patrimonio comunale

In virtù che il suolo sottratto all’agricoltura deve essere il meno possibile, che le finanze pubbliche oramai non permettono grossi investimenti, e che in un periodo di revisione della spesa anche il patrimonio immobiliare del nostro territorio non può permettersi ancora degli sprechi, il meritevole recupero degli edifici e dei loro spazi, che tra l’altro raccontano la memoria della nostra comunità, sarà elemento conduttore di questa amministrazione. Ciò premesso attraverso forme di compensazione urbanistica e/o permute immobiliari, si potrà dare corso al progetto esecutivo per il recupero della Villa Comunale sita nel parco di Roncaglia. L’edificio sarà ristrutturato mantenendo le sue caratteristiche architettoniche formali, ricavando, attraverso anche un ampliamento il Polo Letterario comunale, dotato di tutte le più moderne strutture come la biblioteca, l’emeroteca, le videoteche, internet point, sale lettura, aule studio, spazi di aggregazione per bambini, per ragazzi e per anziani e ancora una sala rappresentanza e un bar che consentiranno un’autonomia gestionale del complesso, sempre al fine di un’attenzione alla spesa (dove possibile i nostri edifici si devono mantenere). A completamento dell’opera la formazione del Parco del libro, e cioè l’accessibilità a tutto il parco e all’edificio ad internet free, la possibilità di lettura dei libri/riviste/giornali anche negli spazi aperti del parco. Inoltre sarà sviluppata una cogestione di spazi, ricavati all’interno del Centro Civico “Mario Rigoni Stern”, adibiti ad aule studio, per i molti studenti di Ponte San Nicolò.

 

Permane l’occorrenza, in considerazione delle mutate esigenze e delle dinamiche demografiche, della costruzione di una nuova scuola elementare nel Capoluogo, programmata attraverso una possibile permuta immobiliare, in un sito più idoneo, protetto e sicuro, con una tipologia costruttiva/architettonica aggiornata ai nostri e futuri tempi.

 

Continuare l’aggiornamento del piano delle alienazioni immobiliari non più necessarie alla collettività, in modo tale da consentire il riutilizzo dei fondi ricavati per la realizzazione di opere oggi utili alla comunità.

 

Acquisire al patrimonio comunale il bosco-parco dell’antica chiesetta parrocchiale di San Nicola attraverso accordo pubblico-privato.

 

Prevedere l’ampliamento del Centro Anziani, mediante la realizzazione di una sala polivalente.

 

Aggiornare costantemente alle disposizioni federali gli impianti sportivi comunali, valutando l’opportunità di un ricollocamento, al fine di offrire più opportunità ludico sportiva, degli impianti stessi. Per l’impiantistica sportiva sarà valutata l’opportunità di ampliare la scuola elementare di Roncaglia con la costruzione di una Palestra Polivalente.

 

Esplorare la possibilità di realizzare un eventuale palazzetto dello sport, solo attraverso il concorso dell’iniziativa privata.

 

Pianificazione di un costante adeguamento, ampliamento dell’impianto di illuminazione pubblica, nonché delle manutenzioni ordinarie e straordinarie delle sedi e manufatti stradali.

 

Porre una particolare cura nella manutenzione delle piastre sportive e delle piazze.

 

Aggiornare costantemente gli edifici scolastici secondo la normativa di sicurezza vigente e provvedere alla conseguente manutenzione.

 

Costante monitoraggio degli spazi cimiteriali.

Attività produttive

Garantire l’attenzione alle necessità delle attività produttive anche attraverso l’istituzione di gruppi solidali di acquisto per i produttori (acquisto di energia, servizi, sicurezza del lavoro, dei luoghi) in continuità con l’esperienza della costituzione del ‘Parco del Produrre a Ponte’ (PPP)

 

Individuare iniziative che favoriscano il mercato a km zero delle produzioni del Parco del Produrre.

 

In questo particolare momento di difficoltà del mondo produttivo verranno potenziate le politiche per una maggiore sostenibilità imprenditoriale anche attraverso la realizzazione della banda larga a favore delle aziende e dei privati.

 

Tramite anche la Consulta Comunale “economia e lavoro”, che sarà riorganizzata e resa più snella, e in collaborazione con l’iniziativa imprenditoriale delle 3P, saranno affrontati argomenti volti al mantenimento e incremento delle opportunità lavorative per i nostri concittadini, delle opportunità imprenditoriali, ma anche iniziative per valorizzare le attività e le produzioni locali, sia artigianali che agricole. Si cercherà di favorire il mercato diretto produttore/consumatore, promuovendo la certificazione dei prodotti agricoli con il marchio biologico, la valorizzazione delle attività commerciali di vicinato.

Protezione Civile

L’attività del gruppo di Protezione Civile, che opera in stretta collaborazione con l’Amministrazione comunale, promuoverà la diffusione della cultura della prevenzione e della protezione civile ai cittadini con incontri formativi ed esercitazioni pubbliche.

 

Il gruppo di Protezione Civile, compatibilmente con le risorse finanziarie, proseguirà nell’acquisizione di materiale necessario ad una sempre maggiore dotazione di uomini e mezzi.

 

A tal proposito è previsto l’acquisto di un nuovo mezzo in sostituzione di uno obsoleto.

 

SICUREZZA

Particolare riguardo avrà anche la Sicurezza del Territorio, intesa come controllo e miglioramento dell’assetto idraulico e morfologico.

 

Sicurezza idraulica

La sicurezza idrogeologica è di fondamentale importanza per l’incolumità dei nostri concittadini come recenti vicende hanno potuto mettere in evidenza. È necessario sensibilizzare nei confronti dei possibili pericoli e informare su come reagire in tali casi. Saranno quindi organizzati degli incontri con Genio Civile e protezione civile. Operativamente sarà necessario sollecitare affinché il Genio Civile prosegua con l’opera di riqualificazione e rinforzo delle arginature del Bacchiglione nel tratto che va da Voltabarozzo a Bovolenta. A tal fine sarà necessario realizzare anche il piano delle acque.

 

 

Piano fossi

Previsione all’interno del futuro Piano Regolatore Comunale di un Piano Fossi, strumento fondamentale anche per la laminazione della rete scolante minore. La corretta manutenzione e pulizia sarà concertata con i privati frontisti.

 

Videosorveglianza

 

Saranno attivate forme di videosorveglianza del territorio in collaborazione con le forze dell’ordine per monitorare i fenomeni di attività illegale nei confronti dei beni e delle persone.

 

Verranno attivate iniziative di formazione del cittadino ad una sempre maggiore cultura della legalità, in collaborazione ed integrazione con le associazioni, i servizi sociali e le forze dell’ordine presenti nel territorio.

 

CULTURA

Pubblica Istruzione

Una comunità che investe nei propri figli, è una comunità che si dà un futuro.

 

La scuola è il primo luogo in cui il bambino vive la comunità; costituisce il luogo principale in cui fare esperienza di socializzazione. Alla scuola ed agli insegnanti, in particolare, è affidata la grande responsabilità della crescita educativa e didattica dei nostri figli e nipoti.

 

Attualmente le nostre scuole sono tutte a norma. Migliorare l’attuale stato degli edifici è obbiettivo che questa Amministrazione intende perseguire, nella certezza che la consapevolezza di lasciare i propri figli e nipoti in un luogo sicuro dia sicurezza e serenità all’intera famiglia.

 

L’Amministrazione, in collaborazione con la scuola e le famiglie, proseguirà nell’attività di vigilanza e controllo delle mense, per garantire un servizio efficiente e gradevole.

Asilo Nido e Scuola Materna

L’asilo nido e la suola materna costituiscono un’importantissima opportunità di crescita per i bambini ed un servizio primario per le famiglie.

 

Rendere accoglienti e sicuri gli ambienti che ospitano questi servizi è obiettivo di questa Amministrazione.

 

L’attenzione sul servizio offerto sarà molto alta in considerazione, soprattutto, dell’età degli utenti.

 

Saranno mantenuti gli impegni a sostegno delle suole materne parrocchiali e verranno creati tavoli di concertazione per incentivare la collaborazione tra le strutture e con l’Amministrazione.

Scuole Primarie e Secondarie

 

Nel pieno rispetto dell’autonomia scolastica, l’impegno dell’Amministrazione sarà quello di rafforzare la rete tra il mondo scolastico, l’Ente comunale e le famiglie, quale principio ispiratore delle politiche da promuovere in materia.

 

Verranno mantenuti i tavoli di concertazione Scuola/Amministrazione esistenti per mantenere e rafforzare il dialogo tra i due Enti.

 

Sarà prioritario supportare i progetti educativi inseriti nei POF (Piano di Offerta Formativa) delle scuole.

 

In condivisione con la Dirigenza Scolastica si intende proseguire nella dotazione delle nostre scuole di strumenti tecnologici di insegnamento, affinché possa migliorare l’offerta formativa, nella consapevolezza che la tecnologia può migliorare l’apprendimento.

Doposcuola e Centri Ricreativi Estivi

Verrà promossa l’attività di doposcuola, anche in collaborazione con associazioni e persone.

 

Per favorire i bambini e ragazzi delle nostre scuole nel mantenere il livello di socializzazione che instaurano durante il periodo scolastico e per sostenere le famiglie, nel periodo estivo, si continuerà nella realizzazione di Centri Ricreativi Estivi, affidandone la gestione a ditte di comprovata esperienza e garantendo alle famiglie la vigilanza da parte dell’Amministrazione nel regolare e soddisfacente svolgimento del servizio.

Comunicazione

Promuovere una maggiore conoscenza, anche tramite nuovi canali, degli eventi programmati a livello comunale o promossi da realtà presenti nel Comune.

 

Impegno a incrementare e sostenere tutte quelle iniziative che hanno come scopo la conoscenza del territorio e la salvaguardia delle tradizioni locali e dei luoghi dove la memoria storica si fa concreta traccia delle nostre radici, come l’antica chiesa parrocchiale di Ponte San Nicolò, la passerella e la Chiesa di Roncajette, il fiume Bacchiglione …

 

Associazioni

Le associazioni, cuore palpitante della comunità, saranno sostenute e valorizzate.

 

In considerazione della loro consistente presenza sarà incentivata una maggiore sinergia tra le stesse. Sarà creata una rete permanente tra le stesse ed il Comune in modo da poter coordinare le attività e condividere le risorse.

Archivio beni culturali

Istituire e promuovere un archivio di tutti i beni mobili ed immobili di valore storico, culturale, artistico da garantire alla memoria.

 Biblioteca

 

La Biblioteca Comunale è il luogo privilegiato per l’offerta delle attività culturali e formative da proporre al territorio; è indispensabile sostenerla e valorizzarla anche con attività di volontariato per garantirne un sempre più ampio accesso e per favorire la lettura.

 

In Biblioteca sarà avviata la costituzione di una sezione dedicata alla raccolta di testi (pubblicazioni, tesi di laurea, ricerche, ecc.) inerenti la storia e la cultura locale.

 

I servizi saranno adeguati alle attuali tecnologie garantendo la connessione alla rete.

 

Occorre dare priorità assoluta alla realizzazione di un nuovo stabile ad uso biblioteca.

 

Gemellaggi

Intensificare lo scambio con i comuni gemellati, con l’aiuto dell’associazione I Gemellaggi, per far conoscere Ponte San Nicolò in Europa ed accrescere nella cittadinanza la conoscenza di altri Paesi e culture. Coinvolgere nelle attività le scuole del territorio e le famiglie degli alunni.

 

Pari opportunità

 

L’Amministrazione vuole farsi parte attiva nel promuovere l’uguaglianza tra tutti i cittadini favorendo il pieno sviluppo della persona e la sua effettiva partecipazione all’organizzazione politica, economica e sociale del Territorio. Una particolare attenzione alla donna avvalendosi della sensibilità dimostrata negli anni dal Gruppo Donne di Ponte San Nicolò. Sarà sempre presente nelle iniziative contro ogni discriminazione e a favore dell’accesso all’istruzione, ai servizi sanitari, alla partecipazione nell’economia e nei processi decisionali, riservando anche una quota di bilancio per progetti di cooperazione ed iniziative di pace e di solidarietà internazionale.

 

Ampliare le attuali mansioni dello Sportello Donna, impiegando le risorse a vantaggio di tutta la cittadinanza.

 

Attività culturali

 

Promuovere e favorire il fiorire di attività ludico-culturali rivolte a tutte le età presso le strutture presenti nel territorio: Centro Civico “Mario Rigoni Stern”, Sala Civica “Unione Europea”, Biblioteca, Parco Vita (nella stagione estiva).

 

Incoraggiare l’attività degli artisti locali – poeti, scrittori, pittori, registi – anche esordienti, valorizzandone le opere attraverso esposizioni, presentazioni e proiezioni.

 

Pace e diritti umani

 

Promuovere iniziative tese a sviluppare nel cittadino una cultura di Pace e del rispetto dei diritti umani.

 

Pace: diritto umano fondamentale della persona e dei popoli che deve essere riconosciuto e attuato a tutti i livelli. Il trinomio attuale da conseguire è costituito dalle parole diritti, doveri e responsabilità.

 

Sono tre parole indivisibili che devono contraddistinguere tutte le attività della nostra legislatura per conseguire la pace, la solidarietà internazionale e i diritti umani perché facciamo tutti parte di una comunità, che è la comunità comunale, quella regionale, quella nazionale, europea e internazionale.

 

Interagire con altre amministrazioni e soprattutto con i colleghi consiglieri per promuovere attività con i gemellaggi, con le pari opportunità, con l’integrazione culturale per creare più progetti capaci di sensibilizzare la nostra comunità alla pace e alla tutela dei diritti umani.

 

Interagire e sostenere gli obiettivi delle varie associazioni impegnate sui temi della pace della solidarietà internazionale e dei diritti umani.

 

Sport

Maggior attenzione sarà posta nell’incentivare e promuovere la pratica degli sport, tramite incontri e manifestazioni, al fine di diffondere una cultura del benessere e uno stile di vita sano. Favorire la sinergia tra Amministrazione e Associazioni tramite il dialogo e la concretezza. Stimolare e sostenere quindi anche l’accesso alle attività sportive da parte delle classi sociali più deboli (disabili, anziani, persone meno abbienti). Sarà fondamentale quindi variegare l’offerta di sport e corsi che il cittadino può svolgere nel nostro territorio. Consapevolizzare sulle opportunità che Ponte San Nicolò offre. Continuare ed estendere il più possibile l’esperienza dei corsi per l’utilizzo dei defibrillatori presenti nelle strutture sportive comunali. Riqualificare e manutentare costantemente le strutture esistenti e al contempo valutare e/o valorizzare se possibile altri spazi come ad esempio il campo sportivo di Roncajette e i campi da beach volley del Parco Vita.

 

AMMINISTRAZIONE

Finanze locali e risorse

 

L’ente comunale vive una situazione finanziaria positiva, l’attività programmatica potrà essere realizzata in rapporto alle risorse che avrà a disposizione, legate anche ai vincoli del patto di stabilità.

 

Rapporti tra Amministrazione e cittadini

 

Favorire un legame “stretto” tra il cittadino e l’amministrazione comunale, realizzando uno “Sportello Comune”.

 

Concertare con la scuola dei programmi di educazione civica al fine di responsabilizzare i bambini sin dalla scuola dell’obbligo e di far comprendere loro le attività che vengono svolte nella Casa Comunale.

 

Promuovere l’accoglienza dei neo-residenti, tramite un vademecum di benvenuto contenente indicazioni utili per fruire dei servizi presenti sul territorio comunale.

 

Potenziare il sistema di comunicazione per raggiungere in modo più capillare i cittadini, incentivando l’utilizzo della newsletter quale strumento per promuovere le iniziative sociali, culturali, del tempo libero, politiche.

 

Prevedere la possibilità di installare dei Cartelloni Elettronici alle porte del paese, dove verranno indicate le varie attività/iniziative promosse dal Comune.

 

Ponte San Nicolò, 9 settembre 2014

IL SINDACO - Enrico Rinuncini


[27/10/2009]

Scegli il colore del sito:

Indirizzo
Comune di Ponte San Nicolò
Viale del Lavoro, 1
35020 Ponte San Nicolò (PD)
Contatti
telefono: 049 8968611 (centralino IVR)
P.E.C.: pontesannicolo.pd@cert.ip-veneto.net
Prevenzione corruzione:
prevenzionecorruzione@ comune.pontesannicolo.pd.it
Altri dati
Cf e p.iva 00673730289
Codice Catastale: G855
Codice ISTAT: 028069
Codice Univoco identificativo dell'ufficio destinatario della Fatturazione Elettronica: UF0RD1 (u-effe-zero-erre-di-uno)